SEO internazionale

Che cos'è la SEO internazionale?

A differenza delle pratiche SEO standard, la SEO internazionale è un modo per definire località e lingue mirate affinché i motori di ricerca indicizzino accuratamente un sito. I siti possono essere ottimizzati per scopi multilingue o multiregionali, il che significa che se il vostro sito web dovesse funzionare in lingue diverse, in luoghi diversi o in entrambi, questi fattori dovrebbero essere resi evidenti attraverso i contenuti, gli url o il codice del vostro sito web. 

Come si fa a sapere se è necessario ottimizzare il sito per l'uso internazionale? 

Per determinare se il vostro sito web debba diventare internazionale o meno, è meglio esaminare la provenienza geografica degli utenti e il modo in cui interagiscono con il vostro sito per comprendere le informazioni, i prodotti o i servizi che offrite. 

La SEO internazionale può sembrare un po' confusa all'inizio, tuttavia il modo migliore per capire gli obiettivi di questo approccio è scambiare il posizionamento per prodotti o parole chiave ecc. con il raggiungimento degli utenti target nel territorio geografico corretto e nella lingua giusta. Impostando prima questo aspetto, sarete quindi in grado di lavoro sulla SEO dei contenuti e concentrarsi su altre caratteristiche specifiche del ranking in un secondo momento. 

Il modo migliore per creare un sito completamente internazionalizzato è quello di stabilire innanzitutto a quale Paese o regione si vuole indirizzare il proprio sito web; questo può essere ottenuto tramite un url geografico specializzato. Inoltre, è possibile definire la lingua in cui si desidera che i testi appaiano utilizzando i tag di lingua nell'HTML del sito. Infine, è necessario concentrarsi sui contenuti, pubblicando materiale che si riferisca alla regione specifica con capacità di posizionamento/scopo localizzato.  

In sintesi: 

  1. Paese - URL (ad es. ccTLD)
  2. Lingua - Tag del linguaggio HTML (ad es. hreflang)
  3. Contenuto - linguaggio localizzato mirato alla comprensione del pubblico (utilizzando una terminologia corretta, ad esempio, se ci si rivolge all'America, l'ortografia e le parole corrette, come "colore" o "marciapiede", contribuiranno a rendere i contenuti più rilevanti e più efficaci in una località statunitense)
LEGGI  Keyword Stuffing: Cos'è e quali sono i rischi

 

Quali sono le migliori pratiche SEO internazionali? 

Quali sono i diversi tipi di URL internazionali? 

Come accennato in precedenza, la struttura dell'URL di un sito può determinare la posizione geografica o il geo-targeting, ma esistono diversi modi per farlo. Ogni struttura di URL ha effetti diversi sul targeting geografico: 

 

gTLD - Un dominio di primo livello generico. Questi URL non sono specifici per ogni Paese, ma vengono invece geo-targettizzati manualmente tramite Search Console o altri strumenti per webmaster, al fine di raggiungere località specifiche. Un esempio di dominio di questo tipo è .com, .net o .org

ccTLD - Si tratta di un dominio specifico per paese che si geo-targetizza automaticamente grazie alla tecnologia di Google Search Console. Questi url sono definiti da un codice di due lettere che corrisponde a un paese specifico, ad es. esempio.fr (si tratta di un sito rivolto alla Francia). Questo url indica ai motori di ricerca esattamente il territorio a cui corrisponde un sito web. 

Sottodirectory - Questo tipo di url ha un dominio principale e utilizza una sottodirectory o una sottocartella specifica per internazionalizzare il contenuto del sito. Ad esempio www.example.com/de

Sottodominio - Un sottodominio è un "dominio di terzo livello" che mostra a un motore di ricerca a quale territorio il sito sta puntando, ma non passa né riceve equità dal suo dominio principale. Ad esempio. us.example.com

 

Quali sono i pro e i contro di ogni tipo di url internazionale? 

 

Tipo Pro  Contro
ccTLD
  • Fornisce ai motori di ricerca un chiaro segnale di localizzazione
  • Più facile da classificare a livello locale
  • Un'opzione più costosa
  • L'autorità del dominio è separata per ogni sito specifico
Sottodominio
  • Meno manutenzione rispetto al ccTLD
  • Fornisce un segnale più debole ai motori di ricerca per quanto riguarda la posizione e i contenuti
  • Può potenzialmente diluire l'autorità del dominio 
  • Un numero maggiore di utenti sceglie di navigare localmente
Sottodirectory
  • Meno manutenzione rispetto al ccTLD
  • Combina l'autorità del dominio
  • Fornisce un segnale più debole ai motori di ricerca per quanto riguarda la posizione e i contenuti
  • Un numero maggiore di utenti sceglie di navigare localmente 

 

Targeting linguistico per il vostro sito web 

A seconda dell'attività o del servizio che un sito web può offrire, possono essere necessarie scelte linguistiche alternative per raggiungere il pubblico previsto. Ad esempio, se si possiede un sito di commercio elettronico che vende prodotti sia a un pubblico anglofono che a un pubblico francofono, il sito dovrà soddisfare entrambi i gruppi di utenti mostrando i prodotti in ciascuna lingua, per migliorare l'esperienza dell'utente. 

LEGGI  Pagine mobili accelerate

Il modo migliore per mostrare ai motori di ricerca che il vostro sito web è impostato per rispondere a diverse lingue è integrare un tag di lingua nell'html del sito. Il tag di lingua più comunemente usato è "hreflang". 

Un esempio di utilizzo di questo tag potrebbe essere: 

Implementando questo esempio nel vostro sito web, indicherete a un motore di ricerca che il sito utilizza il tedesco (de) in questa pagina specifica. 

 

Alcune buone pratiche linguistiche: 

  • Cercate di non utilizzare la traduzione automatica. Purtroppo la tecnologia di traduzione non è ancora a punto e questo potrebbe danneggiare l'esperienza dell'utente fornendo un testo impreciso. 
  • Assicuratevi che tutto il vostro sito web sia presentato correttamente nella lingua a cui vi rivolgete.
  • Non reindirizzate i vostri clienti a una versione di un sito web che sia correlata alla lingua in cui stanno visualizzando il sito. Il fatto che un utente interagisca con un sito in francese non significa che stia accedendo al sito dalla Francia. 
  • Cercate di evitare l'uso di script cookie per identificare le variazioni linguistiche sul vostro sito, in quanto i motori di ricerca non sono in grado di raccogliere queste informazioni. 

Quando si ottimizza il sito per scopi linguistici, è meglio non utilizzare un dominio ccTLD, ma un tag hreflang combinato con un sottodominio o una sottodirectory url. Le informazioni sono molto più chiare per l'indicizzazione da parte dei motori di ricerca e ciò contribuirà a far sì che il vostro sito venga visualizzato nei risultati di ricerca pertinenti per il tipo corretto di utenti di Internet. 

Ora mettiamolo in pratica! 

Ora che abbiamo trattato alcune delle tecniche chiave per ottenere un'indicizzazione SEO internazionale di successo, è il momento di metterle in pratica! 

Altri fattori SEO internazionali che possono essere inclusi nel processo di ottimizzazione sono i seguenti: 

  • Hosting del sito utilizzando un IP locale
  • Backlink a contenuto locale
  • Puntare a posizionarsi sui motori di ricerca locali per paesi come la Russia, la Cina, ecc.

Se volete iniziare a fare SEO a livello internazionale o siete alla ricerca di un'attività di marketing digitale servizi il Torte fresche squadra sono qui per aiutarvi! Sentitevi liberi di contatto tramite il nostro modulo onlineo chiamateci al numero 0207 112 9117 per maggiori informazioni.