Usare i video per salire nei risultati di ricerca di Google

L'ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) è diventata una strategia di marketing fondamentale per le aziende di tutte le dimensioni, poiché le persone si affidano sempre più a Google e ad altri motori di ricerca per trovare i prodotti e i servizi di cui hanno bisogno. La forte domanda di video da parte dei consumatori e l'aumento della telefonia mobile hanno fatto sì che il video diventasse una parte essenziale del marketing mix e ora sappiamo che la creazione di contenuti video coinvolgenti migliorerà il posizionamento SEO quando le persone effettuano ricerche video.

La ricerca di video e i siti di video sono diventati di uso comune dal 2004, ma negli ultimi anni i contenuti di questi siti si sono evoluti notevolmente. Nel 2007, Google ha aggiunto video e immagini ai suoi algoritmi di ricerca. A distanza di cinque anni, i professionisti SEO ritengono che i risultati video stiano acquisendo sempre più importanza nelle pagine dei risultati di Google. Invece di classificare YouTube in base alle visualizzazioni, Google sta valutando il consumo di contenuti in termini di minuti visualizzati, premiando i video coinvolgenti che continuano a essere guardati.

Tutto questo va bene notizie per i piccoli marchi, poiché il video per il posizionamento nelle ricerche non è un'esclusiva dei grandi marchi. Il video sta livellando il campo di gioco nel mondo SEO, agendo come uno strumento efficace per i piccoli marchi per superare i loro concorrenti più grandi nei risultati di ricerca.

Video per la SEO

Un rapido sguardo ad alcuni dati evidenzia la potenza dei video per l'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO):

  • Google attribuisce al video digitale un valore maggiore per il posizionamento sui motori di ricerca (fonte: Google).
  • Le possibilità di ottenere una prima pagina su Google aumentano di 53 volte con i video (fonte: Forrester Research), perché la concorrenza per le pagine video è ancora molto minore.
  • I risultati delle ricerche video hanno un tasso di click-through 41% più alto rispetto al testo semplice (fonte: aimClear).
  • I risultati della ricerca video sono apparsi in quasi 70% delle prime 100 ricerche su Google nel 2012 (fonte: Marketing Week).
  • Il tempo trascorso su un sito web è un fattore di ranking nell'algoritmo dei risultati di ricerca di Google, in quanto un tempo più lungo su un sito web indica un sito di buona qualità. Studi su studi hanno dimostrato che la presenza di contenuti video su un sito web fa sì che i visitatori vi rimangano più a lungo.
  • I video forniscono contenuti accattivanti ed emotivamente coinvolgenti che generano l'attenzione e l'interesse degli utenti dei social media. Questi contenuti di qualità aiutano a portare gli utenti sui vostri canali sociali e poi sul vostro sito web. Le ricerche suggeriscono infatti che subito dopo aver visto il video di un'azienda, gli acquirenti sono 40% più propensi a visitare il sito web dell'azienda o contatto loro via telefono.
LEGGI  Aggiornamento della velocità di pagina

Se le persone trovano il vostro video pertinente e utile, questo influenzerà il modo in cui si impegnano e si relazionano con il vostro marchio e, in ultima analisi, porterà ai risultati desiderati per la ricerca e non solo. Se il video è qualcosa che non avete ancora considerato o che vorreste prendere in considerazione, chiamate Elena al numero 0207 112 9117.